SEGUICI ANCHE SU

            

BILANCIO ASSOCIATIVO

Visita di suor Bibiana a San Salvo

Suor Bibiana a San Salvo

La visita di suor Bibiana a San Salvo, 2 e 3 aprile 2016, è stata sicuramente un evento eccezionale per tutti noi presenti all’incontro; ci ha portato tanta gioia che vogliamo condividere con i nostri sostenitori.

Riecheggiano ancora le sue parole di ringraziamento: “…noi siamo strumenti delle vostre mani, …Vita e Solidarietà ci ha permesso di dare compimento alla nostra missione di aiuto a tanta gente che spesso vive di niente...”

Suor Bibiana in particolare ha parlato dei progetti realizzati dalla nostra Associazione in Congo.

Il laboratorio di Taglio e Cucito nella missione di Righini dà lavoro a 4 persone e permette a 6 ragazze di frequentare gratuitamente la scuola per imparare un mestiere di speranza.

Il Dispensario, completo di una sala parto, laboratorio di Analisi cliniche e un ambulatorio per le visite mediche e piccoli interventi, è il secondo progetto importante a favore della gente di Mpasa, un quartiere della periferia della capitale Kinshasa. Il Dispensario assicura alle donne povere di Mpasa, un posto decente dove partorire in sicurezza. Il quartiere dove sorge è molto povero e la gente non può permettersi di pagare le prestazioni mediche; è’ l’Associazione Vita e Solidarietà che provvede, in maggior parte,  per la retribuzione del personale del Dispensario tutto congolese.

E infine l’ultimo progetto riguarda 50 ettari di terreno presi in concessione e coltivati da contadini del posto. In 10 ettari di questo terreno è stata piantata la manioca, il principale alimento degli abitanti della zona.

In Congo la vita è molto difficile e tanta gente spesso non riesce a mangiare tutti i giorni…

Suor Bibiana ci ha parlato anche della sua famiglia di origine, Il papà era una persona importante e come tale ha avuto oltre 10 mogli; da esse ha avuto più di 50 figli.

Una sostenitrice della nostra associazione ha commentato: “La testimonianza di suor Bibiana è stata toccante ...ha attirato la nostra attenzione su argomenti a noi purtroppo e per fortuna molto lontani ...”

Grazie a te suor Bibiana, perché tu e le tue consorelle ci avete permesso e ci permettete di fare tutte queste cose.

Presidente Ottavio Antenucci