SEGUICI ANCHE SU

            

BILANCIO ASSOCIATIVO

Emergenza in Sri Lanka

 

 

Sri Lanka, 4 giugno 2016

“Roanu”, la tempesta ciclonica che ha colpito lo Sri Lanka a metà maggio, ormai è un lontano brutto ricordo.

L’emergenza è rientrata, le strade e le case sono state sgombrate dal fango e pian piano tutto si sta normalizzando.

Nel frattempo il Dipartimento di Sorveglianza e la Marina hanno dislocato diversi uomini intorno al fiume Kelani, che straripando aveva causato l’inondazione dei sobborghi della capitale Colombo,  per raccogliere dati e mappare il territorio.

E’ nel bacino del fiume Kelani, densamente popolato, dove si sono avute molte vittime.

La mappatura servirà agli esperti per mettere a punto sistemi per evitare e contenere future inondazioni.


 

Sri Lanka, 20 maggio 2016

“Roanu”: la tempesta ciclonica che ha colpito lo Sri Lanka.

“Roanu”, è il nome dato ad una tempesta ciclonica che ha interessato tutto il Golfo del Bengala.

Tutto è iniziato la notte di sabato 14. Raffiche di vento impetuoso e tempeste di acqua hanno interessato tutto lo Sri Lanka e con maggior intensità la capitale Colombo.

Le baraccopoli della capitale sono state spazzate via e le poche rimaste in piedi sono allagate e non più agibili.

E’ qui che si contano i principali danni; il bilancio è terribile, si parla di circa 70 morti, oltre 130 dispersi e più di 320.000 sfollati.

Sono oltre 450.000 le persone colpite da Roanu; 65.000 famiglie evacuate e trasferite in zone più sicure.

I principali allagamenti sono stati provocati dalle inondazioni del fiume Kelani.

Anche buona parte del distretto di Chilaw dove sorge la missione di Lansigama risulta allagato.

Moltissime sono le strade interrotte per via delle frane e caduta degli alberi sradicati dalla tempesta.

Per l’emergenza anche l’esercito è stato mobilitato.

Oggi 21 maggio la tempesta sembra attenuarsi, e le previsioni metereologiche indicano miglioramento.

 

allagamenti Sri Lanka